top of page

Perché lo sport è una voce così importante nella sostenibilità?

Qual è il tuo primo ricordo legato allo sport? Il cuore che batteva all’impazzata durante la tua prima corsa? O l'entusiasmo dopo la prima vittoria in una partita di calcio? Lo sport, in qualsiasi forma, coinvolge tutti, in un modo o nell'altro. Lo stesso vale per la sostenibilità. Non molti collegano immediatamente sostenibilità e sport, ma possono avere un enorme impatto l'uno sull'altro.




Lo sport è sostenibile? La foto di adesso


Click. Se facessimo una foto, dovremmo forse constatare che ad esempio molti eventi sportivi sono ancora parecchio in ritardo sulla sostenibilità.


Ad esempio, gli stadi sono ancora pieni di bicchieri di plastica, gli sportivi e i tifosi viaggiano in tutto il mondo per partite e tornei, i kit e le attrezzature sono ancora realizzati con materiali non sostenibili.

Sebbene tazze riutilizzabili e materiali riciclati per i kit possano essere d'aiuto, è facile dimenticare l'impatto che i grandi eventi sportivi hanno sulle comunità locali, sulla biodiversità dell'area e sul carbon footprint.


Alcune organizzazioni sportive però, stanno iniziando a occuparsi di sostenibilità.


Chi conosce SailGP?


SailGP nasce con l’idea di fare vela a impatto zero (anzi di più!) e rendere lo sport più sostenibile: ha messo infatti in atto molti progetti in ogni città in cui gareggia, per avere un impatto positivo ovunque vada. Per esempio, nell'ultimo rapporto dichiara di aver ottenuto una riduzione del 56% delle emissioni temporanee legate all'energia e una riduzione media per evento del 29% delle emissioni di carbonio Scope 1 e 2.


Nel calcio, "Forever Green" è una piattaforma di sostenibilità per aziende e istituzioni che vogliono utilizzare lo sport più popolare del mondo per salvare il pianeta, sponsorizzata dal Real Betis Sevilla.


Luci ed ombre, dunque. Ma sfruttando l'incredibile “piattaforma” e interconnessione tra lo sport e i propri fan, l’opportunità creare una coscienza sui problemi ambientali e guidare il cambiamento è enorme.

Come?



A quali livelli lo sport può trainare la sostenibilità


Hai mai vissuto il boato dei tifosi in uno stadio di calcio?


Immagina se durante la Coppa del Mondo FIFA in Qatar ognuno dei 2,45 milioni di spettatori che hanno assistito a una partita fosse invitato a fare un solo gesto per salvare l'ambiente. Immagina che questo stesso gesto venga poi ripetuto dalle centinaia di milioni di persone che hanno seguito la partita in TV. Se si moltiplica questo dato per il numero di eventi sportivi che si svolgono ogni giorno nel mondo, si capisce quanto lo sport possa avere una voce (e dunque un impatto) sulla sostenibilità.


Chi non ha mai sognato di incontrare un eroe?


Ora: immagina se una star dello sport facesse un appello a tutti i propri tifosi. Ognuno di noi ne ha almeno una. Soprattutto i bambini, i cui sogni sono così grandi da creare un vero e proprio legame emotivo con le loro superstar preferite. Chi non ha mai sognato di incontrare un eroe dello sport una volta nella vita e di emularlo?


L'opportunità è duplice, quindi: grandi numeri e impatto emotivo.


Innanzitutto perché lo sport ha un'enorme risonanza. Ma soprattutto perché i grandi sportivi sono eroi da emulare: con il loro esempio possono davvero dare un nuovo impulso al cambiamento di cui abbiamo bisogno nel mondo.


Lo sport può avere un impatto diretto sulla sostenibilità?


Oltre ad un ruolo di leadership nel cambiamento, ci sono molti modi in cui lo sport può avere un impatto diretto sulla sostenibilità.

  1. Rendere gli impianti sportivi più sostenibili: molti impianti sportivi hanno implementato misure di sicurezza per ridurre l'impatto ambientale. Ad esempio, alcuni impianti hanno installato pannelli solari o turbine eoliche per generare elettricità, sistemi di raccolta dell'acqua piovana per ridurre l'utilizzo dell'acqua o programmi di riciclaggio per ridurre i rifiuti. Se un impianto si affida ai combustibili fossili per la produzione di energia elettrica, può emettere gas a effetto serra che contribuiscono all'inquinamento atmosferico, queste soluzioni quindi contribuiranno a migliorare anche questo aspetto.

  2. Sensibilizzazione sui temi della sostenibilità: le squadre e le organizzazioni sportive possono utilizzare la loro piattaforma per sensibilizzare i tifosi sui temi della sostenibilità e incoraggiarli ad adottare pratiche sostenibili. Ad esempio, una squadra potrebbe organizzare eventi o campagne educative per promuovere uno stile di vita sostenibile, oppure potrebbe inserire messaggi sulla sostenibilità nel proprio materiale di marketing.

  3. Utilizzo di materiali sostenibili: alcune organizzazioni sportive hanno iniziato a utilizzare materiali sostenibili nelle loro attività e nei loro prodotti. Ad esempio introducendo materiali riciclati per le proprie uniformi o per i premi, oppure utilizzando materiali sostenibili per la costruzione dei propri stadi.

  4. Promuovere il trasporto sostenibile: Gli impianti sportivi possono generare un notevole inquinamento atmosferico dovuto alle emissioni dei mezzi di trasporto, poiché i tifosi spesso percorrono lunghe distanze per assistere agli eventi. Questo può essere particolarmente problematico nelle città con alti livelli di congestione del traffico. Le squadre e gli eventi sportivi possono incoraggiare soluzioni di trasporto sostenibile, come il car pooling o il trasporto pubblico, per ridurre l'impatto ambientale degli spostamenti.

  5. Sostenere gli sforzi di conservazione ambientale: Molte organizzazioni sportive sostengono le iniziative di conservazione ambientale attraverso partnership o iniziative filantropiche. Molte squadre, ad esempio, decidono di donare una parte dei loro proventi a organizzazioni ambientaliste o di collaborare con gruppi locali per proteggere gli habitat naturali.

  6. Gestione dei rifiuti: Dal cibo alla plastica, gli impianti sportivi hanno la responsabilità di ridurre la quantità di rifiuti prodotti per ogni evento, sia negli impianti stessi che dai loro tifosi in tutto il mondo. I rifiuti possono contribuire all'inquinamento atmosferico attraverso le discariche e gli inceneritori, che sono spesso utilizzati per smaltire i rifiuti e possono emettere sostanze inquinanti nell'aria.

E l'aria pulita? Che ruolo gioca nella gara verso la salvaguardia del pianeta?


Alcuni impianti sportivi stanno già affrontando l'impatto sull'inquinamento atmosferico con la compensazione delle emissioni, ma questo non è sufficiente a risolvere il problema. Oltre a compensare, è necessario decontaminare.


Fornire aria pulita fa bene alle prestazioni degli atleti


L'aria pulita può favorire la salute degli atleti e quindi la loro carriera sportiva nei seguenti modi:

  • Miglioramento della salute: respirare aria pulita può contribuire a migliorare la salute dell'apparato respiratorio, a vantaggio degli atleti che fanno affidamento sul loro sistema respiratorio per dare il meglio. L'esposizione all'inquinamento atmosferico può irritare l'apparato respiratorio e rendere più difficile la respirazione, il che può influire sulla resistenza e sulle prestazioni complessive di un atleta.

  • Maggiore disponibilità di ossigeno: l'aria pulita è importante anche perché contiene livelli più elevati di ossigeno, essenziale per le prestazioni atletiche. Gli atleti hanno bisogno di ossigeno per alimentare i muscoli e mantenere i livelli di energia durante l'attività fisica.

  • Riduzione del rischio di malattie: l'esposizione all'inquinamento atmosferico può aumentare il rischio di malattie respiratorie, come asma e bronchite, che possono essere dannose per la salute e le prestazioni di un atleta. Respirando aria pulita, gli atleti possono ridurre il rischio di questo tipo di malattie.

  • Maggiore chiarezza mentale: l'aria pulita può anche migliorare la lucidità mentale e la concentrazione, il che può essere importante per gli atleti che devono prendere decisioni rapide e reagire a situazioni mutevoli durante una partita o una competizione.

Il team di Sky Tempesta Racing è d'accordo: "Quando si respira aria fresca si sente una vera differenza nelle prestazioni. Ci si sente molto più puliti, più vivi e più energici, quindi è una parte importante non solo per il divertimento, ma anche per l'allenamento".


Concentrarsi sulla qualità dell'aria nei centri di allenamento, nei club, nei campi da gioco e nei campi da gioco potrebbe essere un enorme vantaggio non solo per la carriera di un atleta, ma anche per il successo della sua squadra.


È quanto ha scoperto anche Sporting Milano 3 quando il suo esclusivo club sportivo è diventato una Pure Air Zone. "Quando ci si allena vicino a questa tecnologia si può davvero notare e sentire che si respira aria pulita", dice il Direttore Generale Daniel Degli Esposti. "Le prestazioni sono più facili, si vive meglio e si pratica l'attività sportiva più volentieri".



Fornire aria pulita è un bene per gli spettatori


Lo sport non sarebbe nulla senza tifosi, quindi la loro sicurezza dovrebbe essere un obiettivo fondamentale di ogni impianto sportivo. E cosa c'è di meglio che permettere loro di respirare aria pulita?


Dinamo Sassari Basket ha scoperto che diventando una Pure Air Zone, anche il legame con i tifosi si rafforza. Giacomo Devecchi, capitano del club, infatti ci ha raccontato: "Ogni passo in avanti nella qualità dell'aria che può coinvolgere più persone e più aziende farà rapidamente recuperare il tempo perduto. Che si tratti di un atleta o di un tifoso che viene a vedere una partita".



Fornire aria pulita fa bene all'ambiente


In definitiva, più luoghi offrono aria pulita, meglio è per il pianeta. Diventare una Pure Air Zone può essere un grande passo avanti in questa missione, come sa bene Global Sports Innovation Center (powered by Microsoft), un'associazione no-profit che mira a portare la trasformazione digitale alle entità sportive di tutto il mondo creando un ecosistema di aziende nel campo dello sport.


Iris, Direttore Generale del GSIC, afferma: "Il nostro obiettivo è aiutare le organizzazioni sportive a dare priorità alla sostenibilità, non solo riducendo il loro impatto ambientale, ma anche contribuendo alla salute e al benessere generale del pianeta".


E questa è tutta la motivazione di cui abbiamo bisogno!


Pronto a migliorare il tuo punteggio di sostenibilità?

Lavori per un impianto o un'organizzazione sportiva? Puoi fare la differenza, per il tuo team e per il pianeta.


Diventare una Pure Air Zone è un modo semplice ed efficace per offrire ad atleti e visitatori ambienti adatti a migliorare le prestazioni, uno spettacolo sicuro, contribuendo nello stesso tempo al disinquinamento del pianeta. L'aggiunta di un nuovo standard di qualità dell’aria ai servizi di base tra l’altro può migliorare i vostri traguardi ESG e la percezione del vostro brand.


Scopri di più su come diventare una Pure Air Zone o prenota una chiacchierata con uno di noi, per comprendere i tuoi obiettivi di sostenibilità. Sicuramente possiamo aiutarti.




9 visualizzazioni